Black Kid / White Pet: al guinzaglio di un'ombra nella fotografia street

Un altro esempio che dimostra come il colpo d'occhio e la tempestività siano elementi fondamentali per ottenere una fotografia significativa ed efficace. 

Black Kid / White Pet
Black Kid / White Pet [Bimba Nera / Cucciolo Bianco]
2015 – © Gianluca Vecchi

Come avevo già accennato, nella street photography la differenza viene spesso fatta dai particolari, che per il fotografo possono diventare una specie di firma che dimostra intenzionalità e controllo nello scatto. In fotografia la fortuna può essere piegata ai nostri voleri e sfruttata per i nostri scopi.

Qui mi trovavo in Piazza Tartini a Pirano (Slovenia), intento a riprendere per lavoro i vari edifici e monumenti che vi si affacciano. C'era la bambina che si vede sulla sinistra, che scorrazzava sulla sua hoverboard, e ad un certo punto è arrivato il cane bianco ritratto sulla destra, che era stato lasciato libero dal suo padrone. 

La mia prima intenzione era di fare una semplice foto in cui i soggetti fossero la bimba e il cane, usando la differenza di colore per dare maggior significato alla composizione. In tale ottica l'immagine non era proprio perfetta, in quanto c'erano altre persone sullo sfondo – queste erano piccole e avrei potuto eliminarle, ma non amo molto questo tipo di scorciatoie in scatti simili.

La natura e il caso sono venute in mio aiuto. Il sole stava tramontando, le ombre sulla piazza erano proiettate nella direzione giusta, la bambina era nella posizione ottimale rispetto al cane, il quale stava fermo. Avendo notato questi particolari, è stato abbastanza facile muovermi di poco per poter immortalare la scena riprendendo l'ombra della bimba sull'hoverboard come fosse un guinzaglio che teneva il cane. I due soggetti erano collegati e l'immagine era sufficientemente significativa.

Una breve spiegazione sul titolo Black Kid / White Pet [Bimba Nera / Cucciolo Bianco]. Non ho usato la parola dog [cane] ma pet [cucciolo] perché per la bambina ho impiegato kid, che in inglese indica l'agnellino ma che è anche un vezzeggiativo unisex per maschi e femmine. Ho preferito non inserire nel titolo riferimenti a ombre e guinzagli per non essere troppo didascalico e lasciare all'osservatore il compito di scoprire questo particolare.

Come nota tecnica, questa fotografia fa parte della mia serie Lousy Pictures, composta da immagini riprese con attrezzature semplici e/o economiche (fotocamere compatte, dispositivi mobili, eccetera). Per questo scatto ho usato un tablet.